F.A.Q.

Stampa
Pubblicato Venerdì, 03 Maggio 2013

FAQ:

Quali sport possono essere praticati su di un campo in erba sintetica?

La nostra gamma di prodotti copre le esigenze per quel che riguarda diversi sport che comprendono hockey, tennis, golf, calcio a 5, calcio a 7, calcio a 11 e rugby.

Come è prodotto il manto in erba sintetica?

I filati vengono innestati tramite un telaio su di un tessuto primario il cui dorso viene ricoperto con un composto in lattice e successivamente vulcanizzato tramite il passaggio all’interno di un apposito forno in modo da poter fissare i fili al primario stesso evitando che questi si possano muovere o sfilare una volta sottoposti a usura e forti sfregamenti e attriti.

Di che materiale è costituito il singolo filato?

In passato e oggi in alcuni casi, veniva usato il polipropilene, un polimero inodore e atossico con una buona resistenza meccanica. Oggi, con i manti di nuova generazione, il filato è costituito in polietilene, il materiale termoplastico più usato nel mondo con applicazioni innumerevoli. Il polietilene è un materiale flessibile e maggiormente morbido in caso di contatto con la pelle dei giocatori.

Quali sono le dimensioni di un rotolo di manto in erba sintetica?

I rotoli di manto in erba sintetica sono caratterizzati da una lunghezza variabile a seconda della dimensione della superficie da pavimentare e da una larghezza che va dai 3,75 ai 4,10 metri.

In ambito sportivo l'erba artificiale è molto dispendiosa/conviene?

Un campo in erbetta sintetica ha un costo iniziale maggiore rispetto ad uno in erba naturale, ma i vantaggi si ottengono nel tempo grazie a costi di manutenzione molto più contenuti e ad una disponibilità di utilizzo pressoché costante, indipendentemente da orari o condizioni climatiche A conti fatti, quindi l'erba sintetica si rivela come un investimento decisamente vantaggioso.

In cosa consiste la manutenzione di un campo in erba sintetica?

Premesso che la manutenzione dei campi in sintetico costituisce uno dei punti di forza del sistema, occorre comunque precisare che la stessa va comunque fatta a diversi intervalli, in funzione del grado d’uso e del periodo dell’anno. La spazzolatura del manto si effettua con apposito attrezzo trainato da un trattorino, al fine di rendere omogeneo la distribuzione del granulo di gomma. Tale operazione si esegue a velocità medio-alta in senso rotatorio su tutta la superficie del campo e in particolare nelle zone di massimo gioco ( aree portieri e fascia di centro campo nel senso longitudinale).

In che modo viene effettuata la segnatura delle linee di gioco?

Le linee di gioco sono composte dallo stesso filato dell’erba sintetica così da garantire un effetto di completa uniformità e omogeneità. Le linee possono essere intessute direttamente nel rotolo seguendo un piano di possa opportunamente predisposto oppure intersiate nel manto durante le operazioni di posa in opera.

Cos'è il sottofondo e qual è la sua funzione?

Il sottofondo è la superficie sulla quale vengono posati i rotoli di manto in erba sintetica al momento dell'istallazione e dovrà essere composto di materiali specifici per garantire il corretto drenaggio dell'acqua e una perfetta stabilità nel tempo.

Cos'è l'intaso e qual è la sua funzione?

L'intaso è composto da sabbia silicea e granuli di gomma ed è introdotto tra i fili che compongono i nostri manti in erba sintetica. I diversi tipi di prodotto prevedono uno, entrambe o nessuno dei due tipi di intaso a seconda della finalità d'uso e della varietà di manto erboso. Nei manti per uso sportivo il primo strato di intaso a partire dalla base del pelo è quello composto dalla sabbia che ha quindi una funzione di stabilizzazione, grazie al suo peso, necessaria dato che i rotoli sono solamente appoggiati al sottofondo. Sopra a questo primo strato ne viene steso un secondo, composto da granuli di gomma che hanno invece una funzione prestazionale, necessaria ai fini dell'assorbimento degli shock, della deformazione verticale, del rotolamento e rimbalzo del pallone. Al tempo stesso l'intaso ha la funzione di mantenere il pelo dritto e di aiutarlo a ritornare nella posizione originale.

È possibile che le fibre stazionino in posizione orizzontale dopo essere state calpestate?

La resilienza è la caratteristica che permette alle fibre di tornare nella posizione originale dopo il calpestio. I nostri manti hanno questa caratteristica e un elemento molto importante per assicurare il posizionamento eretto delle fibre è dato da una manutenzione eseguita correttamente e da una spazzolatura periodica del campo di gioco.

Come mai ci sono diverse altezze di pelo?

Il manto di gioco deve avere diverse caratteristiche tecniche e diverse reazioni in base alle specifiche sollecitazioni applicate dalle azioni di gioco caratteristiche di ogni disciplina sportiva. Così, ad esempio, nel calcetto è molto importante lo scorrimento veloce della palla e i rimabalzi mentre nel rugby l’assorbimento degli shock avrà la priorità.

Un campo in manto in erba sintetica può essere collocato in un contesto indoor?

Il collocamento di un campo in manto in erba sintetica all'interno di palloni pressostatici o con strutture di sostegno lignee o metalliche è molto comune e spesso per questo tipo di campi viene applicata proprio la soluzione del manto multi sport.

È possibile che si formino pozzanghere sul terreno di gioco?

La struttura del sottofondo è stata appositamente studiata e progettata per un miglior drenaggio delle acque, anche in caso di precipitazioni intense, così da fornire un utilizzo intenso anche nei mesi invernali.

È possibile procurarsi bruciature ed escoriazioni giocando su di un campo in erba sintetica?

Con i campi di vecchia generazione, in cui erano utilizzati materiali e tecniche differenti, era possibile, ma negli anni lo studio e la ricerca, che hanno posto l’accento sulla sicurezza di chi vuol praticare sport su manti in erba sintetica, hanno trovato la soluzione nei manti di nuova generazione che hanno un pelo maggiormente morbido in caso di contatto con la pelle dei giocatori.

Visite: 1596